L’Itinerario della bellezza nella provincia di Pesaro Urbino: città Unesco, Borghi più belli d’Italia, arte ed enogastronomia

Otto comuni in rete con Confcommercio: Urbino, Pesaro, Gradara, Pergola, Mondavio, Fossombrone, Sant’Angelo in Vado, Colli al Metauro.

Urbino
Urbino

PESARO URBINO «La bellezza salverà il mondo», ne è convinta la Confcommercio Marche Nord, che per valorizzare e promuovere l’immenso patrimonio artistico, storico, ambientale ed enogastronomico della provincia di Pesaro Urbino, ha ideato il progetto ‘L’Itinerario della bellezza’.

Partito nel 2018 con i Comuni di Pergola, Sant’Angelo in Vado, Mondavio, Fossombrone, Urbino, il progetto quest’anno, a testimonianza del successo e della validità, s’arricchisce di altre tre autentiche ‘perle’: Gradara, Pesaro e Colli al Metauro. E’ la versione definitiva.

Gradara
Gradara
Gradara
Gradara

Otto Comuni e un’associazione di categoria fanno rete, per promuovere un territorio tra i più belli ed affascinanti d’Italia.

Una terra che vanta Urbino, patrimonio dell’Umanità per l’Unesco e città natale di Raffaello; Pesaro, città creativa della musica Unesco e patria di Rossini; scoperte archeologiche tra le più sensazionali del secolo scorso, come i Bronzi dorati di Pergola e la romana Domus del Mito di Sant’Angelo in Vado.

Pergola
Pergola
Sant'Angelo in Vado
Sant’Angelo in Vado
Domus di Sant'Angelo in Vado
Domus di Sant’Angelo in Vado

Il territorio dei Borghi più belli d’Italia, dalle città medievali di Gradara, Borgo dei Borghi 2018, con la sua rocca in cui si consumò la storia d’amore di Paolo e Francesca, a Mondavio, con la rocca roveresca di Giorgio Martini, fino a Pergola, conosciuta anche come ‘Pergoletta Santa’ per le tante stupende chiese che spiccano nel centro storico.

Da una vallata all’altra: Forum Sempronii, l’attuale Fossombrone, culla di storia, arte, cultura e natura; Colli al Metauro, microcosmo fatto di rocche e borghi murati, palazzi e campagne riccamente coltivate.

Fossombrone
Fossombrone
Colli al Metauro-Saltara
Colli al Metauro-Saltara

Mare, dolci colline, borghi, e città medievali, rocche e castelli aree archeologiche, musei, pinacoteche e teatri storici, ma anche un ambiente incontaminato dove scoprire i paesaggi ‘rinascimentali’ dipinti da Piero della Francesca e da Leonardo Da Vinci nella ‘Gioconda’.

Ma quello degli ‘Itinerari della Bellezza’ è anche un tour tra prelibatezze enogastronomiche: dal tartufo, ai vini DOC, dal visciolato al farro, dall’olio alla casciotta e crescia sfogliata.

Itinerario
Itinerario della bellezza

Un territorio promosso in tutto il mondo, nelle più importanti fiere turistiche nazionali ed internazionali, dalla Cina alla Russia, fino in Canada.

I ‘bellissimi 8’ sono protagonisti di una meravigliosa e ricca pubblicazione in due lingue, con informazioni dettagliate e fotografie stupende, e di un video, che Confcommercio farà conoscere a ogni latitudine.

Otto comuni – sottolinea l’ideatore del progetto, il direttore Amerigo Varotti – che hanno condiviso con noi la volontà di puntare con decisione al turismo per uno sviluppo economico sostenibile e compatibile con l’unicità del territorio. Perché questo è veramente il luogo della bellezza! E, se è vero, come scrisse Dostoevskij che «la bellezza salverà il mondo», il soggiorno, il ‘viaggio’ in questo territorio renderà sicuramente più bella ed armoniosa la nostra vita”.

Varotti (direttore enit) Bastianelli
Varotti (direttore enit) Bastianelli

Maggiori informazioni: 

Precedente Nelle profondità di Orvieto: il pozzo di San Patrizio Successivo La storia millenaria del Salento: l'Abbazia di Cerrate

Lascia un commento